Lunedì 16 novembre 2020 è andato in onda il settimo appuntamento della nuova era del Premiato Circo Volante del Barone Rosso. Red Ronnie ci ha guidati in un volo all’insegna dei racconti di vita vissuta e buona musica al femminile.
Per la seconda volta il programma viene registrato nel pomeriggio e mandato in onda poche ore dopo, in differita, a partire dalle 21.

Red Ronnie lo dice sempre che le cantautrici oggigiorno sono quelle che hanno più da dire e, infatti, periodicamente il Barone Rosso, anche senza averlo programmato, si trasforma in “Barone Rosa”…
La consueta “complice” di Red per le serate “pink” è Grazia Di Michele e, di fatto, non poteva mancare neppure in questa occasione. Ha sempre tanti nuovi progetti da presentare con competenza ed entusiasmo ed è un piacere ascoltarla parlare di musica, così come degli argomenti più vari, come in un salotto a casa di amici.
Attualmente sta facendo promozione per il tour che la vede protagonista insieme ad altri due nomi della musica al femminile: Rossana Casale e Mariella Nava. Entrambe vengono raggiunte in collegamento, tramite Skype, e insieme a Grazia narrano gli episodi buffi che condividono ogni giorno. Ci sarebbe da farne un reality di successo, se ci fossero delle telecamere a documentare il dietro le quinte del progetto “Cantautrici”!
Il loro disco uscirà a primavera inoltrata e nell’attesa saranno pubblicati alcuni singoli. Uno di questi, “Segnali Universali”, è stato reso noto in questi giorni, accompagnato da un bellissimo video a disegni animati. Red lo mostra in trasmissione. Le sognanti e poetiche immagini che lo caratterizzano, ritraggono anche Grazia, Rossana e Mariella in versione cartoon e sono stati realizzate dalle bravissime artiste Fabiana Iacolucci e Valentina Calvani.


Conclusi i collegamenti con le sue compagne di tour e di scorribande musicali, Grazia illustra un altro progetto che ha in cantiere: uno spettacolo teatrale incentrato sulla figura della cantautrice sarda Marisa Sannia.
In studio ascoltiamo “La Playa”, reinterpretato dalla stessa Grazia Di Michele, e vediamo un video in cui l’artista prematuramente scomparsa canta al Roxy Bar “It’est sa poesia”, un brano da lei composto in lingua sarda.
Marisa Sannia, prima di essere autrice dei suoi brani, era stata interprete di successi scritti da grandi nomi della musica italiana. Uno di questi è Don Backy, che firmò “Casa bianca”, titolo che le valse il secondo posto al Festival di Sanremo 1968 in coppia con Ornella Vanoni. La sua interpretazione però fu quella più apprezzata e ricordata.
Nella spontaneità che caratterizza le trasmissioni di Red Ronnie, il desiderio di Grazia Di Michele di conoscere il significato profondo di questa canzone, spinge il padrone di casa a tentare di contattare via Skype l’autore. Inaspettatamente, Don Backy risponde alla chiamata e i momenti che seguono sono memorabili.
Red e Aldo Caponi (questo il vero nome di Don Backy) non si sentono da anni per vecchie incomprensioni. Durante questa chiamata estemporanea, però, riescono in parte a chiarirsi e ad imbastire i presupposti per una rappacificazione. L’artista toscano ha inoltre modo di raccontare gli aneddoti e i significati nascosti dietro “Casa bianca”, che poi viene eseguita in studio da Grazia Di Michele.
Un altro progetto che sta a cuore alla cantautrice romana e che viene mostrato in trasmissione, è un album dal titolo “Ritratti d’autore. Bindi, Bassignano & Friends”. Questa raccolta rende pubblici per la prima volta alcune musiche inedite del compianto e ingiustamente emarginato compositore de “Il nostro concerto” per cui Ernesto Bassignano e altri hanno ideato dei testi. Scoperti in un cassetto, questi brani sono stati ora affidati ad artisti prestigiosi quali Bungaro, Franco Simone, Vittorio De Scalzi e Renato Zero.

Red Ronnie ha la capacità di unire le persone, di creare conoscenze e collaborazioni. Così è avvenuto per Grazia Di Michele e Ilaria Argiolas, che si sono incontrate tramite lui. Ilaria ha già aperto una data del tour “Cantautrici” e stasera divide nuovamente il palco con Grazia per un duetto su “Caterina”, una canzone della Di Michele.
Poi senza scaletta, spontanea e trasparente come sempre, regala al pubblico altri brani: “Nuda come gli angeli”, scritto da Vincenzo Incenzo; “Barcarolo Romano”, un classico interpretato da molti, ma portato al successo da Gabriella Ferri, di cui Ilaria spesso sembra essere una nuova incarnazione, poi “Me so magnato ‘l fegato”, in omaggio a Gigi Proietti.
Red poi la invita a sedersi sul divano e mostra alcuni video pubblicati da Ilaria sui social. È una buona comunicatrice e i suoi messaggi sono divertenti, schietti e trasmettono spesso contenuti importanti. La riflessione che prende spunto dalle immagini continua in studio, così Ilaria racconta com’è successo che lei abbia smesso di mangiare carne, spinta dalla sua continua curiosità e da una scommessa fatta con Red. Inoltre spiega perché rifiuti ogni etichetta, che sia quella di “vegetariana”, così come quella di “gay”. Di recente ha declinato l’invito ad essere testimonial di un marchio legato al mondo LGBT, proprio per non alimentare questa divisione del mondo in gruppi… Per lei è normale amare una donna ed essere sposata con lei: continuare a sottolineare tutto questo non può che allontanare dall’obbiettivo.
Anche sua moglie Mary è presente in studio e, parlando di vegetarianismo, fa una toccante testimonianza: lei soffre di una malattia rara e ha espresso tutta la sua meraviglia nel constatare di sentirsi molto meglio non mangiando più carne.
Ilaria, allora, le dedica la sua canzone inedita “Vorrei guarite io” e termina infine il suo live con “Orietta”, un brano che farà parte del suo prossimo album e parla di una donna di grande coraggio.

L’ultima ospite di questa serata in rosa è Jaqueline Branciforte. È siciliana, ma ora vive ad Aprilia. Si definisce come “una ragazza normale, che cerca di vivere il suo sogno di fare musica”. Scrive da sé i suoi brani, che contengono anche spunti autobiografici. Ha studiato tanto e fatto numerosi provini, ora finalmente sta iniziando ad ottenere i primi risultati: ha aperto i concerti di Ivana Spagna, dei Dik Dik ed altri; è stata candidata ai David di Donatello, per la canzone inserita in un film ed è stata finalista ad Area Sanremo. Adesso fa live con la sua band e sta preparando il suo primo album. Red è stato colpito dal video di “Jealous Guy” e dalla ritmica potente di basso e batteria che caratterizza il brano.
Nel suo momento live, accompagnata alla chitarra dal suo manager ed arrangiatore Davide Fraraccio, propone “Living In The Battle” e accenna a cappella il gospel “Amazing Grace”. In effetti, come nota Red Ronnie, i suoi capelli ricci e corvini e la sua voce potente e calda ricordano gli esponenti della musica afroamericana.
Il pubblico da casa ammira poi il video di “Arizona” e una sua versione live. Questa canzone parla di cambiamento e della paura di affrontarlo, mentre “Jealous Guy”, il brano con cui Jaqueline chiude la serata, parla appunto di un suo ex geloso, che la preferiva lontana dal mondo della musica.

Terminata la messa in onda in differita, Red Ronnie si collega in diretta e commenta a caldo la puntata con gli spettatori e con alcune delle ospiti raggiunte al telefono.

 

Articolo di Luisa Marchiaro

È possibile vedere il video completo di questa puntata del Barone Rosso su Red Ronnie Tv.

GUARDA IL VIDEO

Se non sei ancora abbonato fallo QUI e potrai accedere a tutte le dirette speciali, anteprime, archivio video creati da Red Ronnie