Barone Rosso puntata del 18 novembre 2019

Ospiti in studio: NICCOLÓ FABI, CRISTINA D’AVENA, IL GALLO e STEF BURNS

Lunedì 18 novembre 2019 è andata in onda la 9ª puntata della nuova stagione del Barone Rosso, il consueto appuntamento del lunedì sera con la buona musica live, la verità nella comunicazione e lo stare bene insieme.
Anche questo volo è stato condotto da Red Ronnie e ha accolto ospiti molto attesi che hanno potuto raccontarsi con la loro arte e le loro parole.

Prima ospite della serata è una sorta di fatina buona fuori dal tempo, un personaggio magico che arriva dal mondo della fantasia. Ha tenuto compagnia con le sue canzoni a più di una generazione di bambini e ancora oggi è molto amata e seguita. Si tratta di CRISTINA D’AVENA, cantante, attrice, conduttrice in radio e tv, doppiatrice. Ha venduto milioni di dischi, pensati per i più piccoli, ma conosciuti e cantati da un pubblico di ogni età. I bambini degli anni ’80 sono cresciuti, ma tuttora si commuovono e si scatenano ai suoi concerti, insegnano le sue canzoni ai loro figli, la considerano un punto di riferimento. Red Ronnie può vantare di aver tenuto a battesimo la “nuova era” di Cristina: ha incoraggiato la trasformazione rock dei suoi successi e quindi nel 2007, ha ospitato proprio al Roxy Bar il suo primo concerto con i Gem Boy. Dall’archivio di Red vediamo una video sintesi con le prove e lo spettacolo di quella strepitosa giornata.
Le tantissime persone collegate testimoniano il bel rapporto che lega Cristina al suo pubblico: lei dopo i concerti dedica tantissimo tempo a regalare autografi, foto e attenzione e anche durante questa puntata del Barone Rosso, cerca di accontentare tutti, improvvisando a cappella le tante canzoni che le vengono richieste. Dal divano quindi ascoltiamo: Mila e Shiro, Lady Oscar, Ti voglio bene Denver, Noi vorremmo, E’ quasi magia Johnny, Jem, Il Tulipano Nero… Invece, nella postazione live esegue “Occhi di Gatto”, che nel primo disco Duets ha cantato con Loredana Berté, e “Pollon”, facendo ascoltare anche le “barre” incise per lei da J-Ax. In effetti, i colleghi che hanno voluto cantare le sue canzoni, sono tantissimi e li vediamo esprimere il loro entusiasmo per l’iniziativa in due video che raccontano il backstage di “Duets” e “Duets Forever”. Man mano che si nominano i vari personaggi, Red cerca di coinvolgerli chiamandoli al telefono e così ascoltiamo le conversazioni con il chitarrista Massimo Varini, che scopriamo aver partecipato ad un telefilm con Cristina, ad Arisa, che ricrea il duetto cantando da lontano e, infine, a Clarissa, sua sorella, che a grande richiesta dovrà organizzare il suo ritorno al Barone Rosso, per poter duettare anche con il Gallo e la sua band.

In questa serata molto varia e particolare non poteva mancare il cantautore: NICCOLÓ FABI. Ha avuto una vita densa, ma senza mai fare proclami, ha scavato dentro di sé… fino a trovare gli altri. Afferma che gli artisti hanno il ruolo di segnalare dov’è la terra quando uno si trova in alto mare. In effetti, la copertina del suo nuovo album, riporta un’immagine che sembra astratta, ma che in realtà deriva proprio dal particolare di un faro, in una foto scattata da Niccolò. Il titolo “Tradizione e Tradimento” è stato scelto, perché in tutte le canzoni c’è sempre una sorta di dualità, che in un conflitto o in un abbraccio, lega il disco nel suo insieme. Red si è fatto raccontare questo nuovo capolavoro , brano dopo brano, in una lunga intervista che vedremo per intero su Red Ronnie Tv e in parte su Optimagazine. Niccolò ha però scelto due canzoni da ascoltare e commentare durante la puntata. La prima a librarsi dal giradischi Mag-Lev è “Io sono l’altro”. Il suo testo è una profonda riflessione su quanto siano importanti gli altri nella nostra vita e su come la possano salvare, distruggere, determinare in tante maniere. La seconda è “Nel blu”, unica canzone di questo lavoro in cui compare un personaggio che fa da interlocutore e co-protagonista. Parla del momento in cui una persona ci affianca quando non sappiamo prendere decisioni importanti e siamo metaforicamente su uno scoglio di fronte al mare, senza avere il coraggio di tuffarci. Questo qualcuno magari rimane con noi anche solo lo spazio di cinque minuti, il tempo che basta per trovare il coraggio di saltare, forse insieme.
Niccolò Fabi è un personaggio del tutto atipico e libero: ad esempio, dopo il tour trionfale con Silvestri e Gazzè e prima della loro ultima data all’Arena di Verona, ha avuto voglia di fare qualcosa di totalmente opposto. Ha caricato i suoi strumenti in macchina e partendo da Venezia, ha fatto 15-16 tappe, suonando ogni sera in un posto diverso, in piccoli bar, club e osterie, fino ad arrivare a Palermo. Nei prossimi giorni, invece, inizierà un tour nei teatri, con più di venti date, quasi tutte sold out. Noi aspettiamo il suo ritorno al Barone Rosso, quando si sentirà pronto per condividere le sue canzoni live, in questo luogo che, come lui, è inconsueto e speciale.

La serata ha poi una svolta repentina verso il rock’n’roll. Arrivano STEF BURNS e IL GALLO con tutto il suo Team di musicisti: Cristian Cicci Bagnoli alla chitarra, Adriano Molinari alla batteria, Fabrizio Foschini alle tastiere e, per un paio di brani, anche una loro nuova amica e vecchia conoscenza di Red, Kumi.
Claudio “Gallo” Golinelli è conosciuto soprattutto perché ha suonato con Vasco, ma in precedenza ha affiancato Gianna Nannini, Battiato, Finardi, i Tazenda, Gerardina Trovato e molti altri. Stef Burns, invece, ha calcato il palco con Alice Cooper, Huey Lewis, Joe Satriani, Michael Bolton e ancora Vasco Rossi, solo per citarne alcuni.
Insieme, Stef e Gallo, a dicembre, faranno un Christmas Tour serratissimo, di una decina di date, insieme al batterista Will Hunt.
Cristian Cicci Bagnoli, invece, ha inciso un suo cd che, come gli ricorda provocatoriamente Red, “tanto è bello dentro e tanto è brutto fuori”. Cicci però promette che se venderà tutte le copie, pubblicherà una ristampa con una copertina nuova, che dovrà essere prima approvata da Red.
La superband al Barone Rosso esegue “Creep” dei Radiohead ed “Everlong” dei Foo Fighters con Stef Burns nella doppia veste di chitarrista e cantante.
Red poi consegna a Kumi il trofeo Fiat Music, che lei si era aggiudicata a pari merito con altre due artiste, ormai un anno fa. Ora sta scrivendo canzoni nuove, anche in italiano e quest’estate ha ricevuto il premio speciale Deejay On Stage per la canzone “Mamma mia”, contenuta nel suo album.
“I Can’t Control It” è il brano che esegue insieme al Gallo Team.
La band del Gallo si scatena poi in un mix strumentale, con all’interno un po’ di tutto, anche uno strepitoso omaggio a “Eleanor Rigby” dei Beatles.
È quindi la volta di “Karmasutra”, una creazione di Cicci Bagnoli, ispirata agli Area e, in generale, al progressive italiano.
Kumi chiude il suo live con “Insane Love”, una canzone non ancora uscita, anticipazione di un suo prossimo album.
Questo bellissimo volo del Barone Rosso termina con “Gli spari sopra”, variata con intro irlandese, ma caratterizzata dal sempre mitico giro di basso del Gallo.

 

Articolo di Luisa Marchiaro

È possibile vedere il video completo di questa puntata del Barone Rosso su Red Ronnie Tv.

GUARDA IL VIDEO

Se non sei ancora abbonato fallo QUI e potrai accedere a tutte le dirette speciali, anteprime, archivio video creati da Red Ronnie