BARONE ROSSO puntata del 26 novembre 2018

Ospiti in studio: COBALTO, JOHNSON RIGHEIRA, LAIOUNG

Lunedì 26 novembre 2018 è andata in onda la decima puntata di questa nuova edizione del Barone Rosso, il consueto appuntamento settimanale con storie e racconti alla scoperta della buona musica e dell’arte. Come sempre condurci in questo viaggio attraverso diversi mondi musicali, c’è il padrone di casa, Red Ronnie in compagnia della sua fedele e tenerissima cagnolina Holly.

Primi artisti della serata a fare il loro ingresso sono stati i COBALTO, band di Biella che avevamo incontrato in una tappa nel FIAT Music Studio a Milano durante il tour di Jovanotti.
Sono tornati a trovarci per raccontare dell’eliminazione da Sanremo Giovani: erano rientrati nei 70 finalisti in corsa per il programma di dicembre con la canzone “Fuorigioco”, brano che avevano già fatto ascoltare a Red, in versione embrionale e non definitiva, durante il FIAT Music, proprio per questo motivo, per il video della loro partecipazione a quella tappa, sono stati esclusi dalla competizione sanremese, perché non risultava più essere una canzone inedita, nonostante il brano avesse subito qualche variazione in seguito.
I Cobalto ritornano prodotti dai Cattivi Pensieri, band che negli anni ’90 aveva preso parte numerose volte ai programmi Roxy Bar e Help, ormai fuori dalle scene dal 1998, Red mostra un filmato di un’esibizione dell’epoca.
Poi i Cobalto, in versione ridotta, hanno eseguito dal vivo in acustico “Fuorigioco”, il brano incriminato, e “Tommy”, un brano totalmente inedito. L’intervista si chiude con la visione in anteprima del video ufficiale di “Fuorigioco”.

johnson-righeira-barone-rosso-red-ronnie-roxy-bar-puntata

Secondo artista della serata è JOHNSON RIGHEIRA, cantante di Torino che negli anni ’80, insieme a Michael, ha spopolato vendendo milioni dischi in tutto il mondo, duo molto apprezzato anche dai Culture Club, Jon Moss disse che erano addirittura meglio di Michael Jackson.
Red gli mostra alcuni divertenti filmati dell’epoca estrapolati dal suo archivio, da Sanremo 1986 agli scherzi fatti a Donatella Rettore, in cui lui e Michael apparivano con i look più disparati e pettinature sempre diverse.
Definisce “Vamos a la Playa”, uno dei suoi più grandi successi con cui ha venduto circa 3 milioni di copie, come una “canzone da spiaggia post-atomica”.
In seguito accompagnato da I Pesci, band di Torino, esegue dal vivo “Calippo”, un loro brano in cui citano i Righeira e da cui è nata questa collaborazione, seguito da una versione rivisitata di “Vamos a la Playa”, poi un omaggio agli Skiantos e a Freak Antoni con “Mi Piaccion le Sbarbine”, ed infine una versione mash-up de “L’Estate sta finendo”, altro suo grande successo, la canzone più cantata negli stadio di tutto il mondo.

laiung-barone-rosso-red-ronnie-roxy-bar-puntata-10

Il terzo ospite della puntata è LAIOUNG, giovane rapper, produttore discografico e cantante di musica trap, inizia giovanissimo, a 12 anni ha capito che voleva essere un rapper, ci ha raccontato del suo percorso fino a qui, dei problemi con la sua famiglia, di suo fratello, del lavoro come produttore, dei tanti viaggi in ogni angolo del mondo, dal Canada agli Stati Uniti, all’Inghilterra e l’Italia, delle collaborazioni, una delle quali con Biagio Antonacci, delle sfumature della musica trap, di come farla bene e della necessità di una base di conoscenza musicale anche per l’utilizzo dell’autotune, di quelli che lo criticano e di quelli che invece lo copiano, ma, soprattutto, del suo immenso amore per la musica.
Poi insieme ascoltano, guardano e commentano alcune delle sue ultime canzoni, tra cui “Nero su Nero”, “Sei nell’aria” il brano in cui ha collaborato con Biagio Antonacci, poi racconta come è nata l’idea di rivisitare “Je so’ Pazzo” di Pino Daniele e canta la sua versione.
L’intervista si è conclusa con un’esibizione in versione totalmente acustica, chitarra e voce, de “La nuova Italia”, ed un freestyle a cappella partendo da una traccia data da Red.

%d bloggers like this: