ROXY BAR | puntata 13 | 10/05/2015

Enzo Gragnaniello, Fausto Mesolella, Bobby Solo, Paola Turci, Raiz, Bungt & Bangt, Metrò

GUARDA LA PUNTATA

IL ROXY BAR CANTA NAPOLI!

Una puntata interamente dedicata ad una delle città più belle d’Italia, una città dove si respira musica in ogni vicolo e che vanta una tradizione musicale senza eguali: Napoli.
Tra gli ospiti vi erano alcuni dei più grandi esponenti della tradizione partenopea, come Enzo Gragnaniello, l’immancabile Fausto Mesolella etc, ma la serata viene inaugurata da un particolarissimo gruppo.
Capone e Bungt Bangt, questo il nome della band, si fanno trovare sul palco circondati da strumenti inusuali e probabilmente unici al mondo, ricavati da merce di scarto, con i quali hanno suonato tammuriate e pezzi inediti come “scopa elettrica, bidè (bidone con funzione di djembe), buatteria…”.
A fine esibizione una trafelata Paola Turci dopo essere arrivata in ritardo causa traffico, dedica un pezzo ad una grande attrice mondiale Anna Magnani, “O’ surdato ‘nnammurato” con Fausto Mesolella alla chitarra. Ma non poteva non presentare qualche pezzo tratto dal suo ultimo lavoro uscito da poco “Io sono”, tra cui l’omonimo brano e “Quante vite viviamo”.
“Mentre si canta si sprigionano delle energie, io non posso spiegarti la verità, io te la posso cantare la verità” con queste parole Enzo Gragnaniello prende possesso del palco con Fausto Mesolella e Raiz, storica voce degli Almamegretta. “Cu ‘mme”, “Indifferentemente”, “Na bella vita”, “Tu ca nun chiagne” tra i brani interpretati.
Puntata dedicata a Napoli in tutte le sue sfaccettature, impensabile quindi non ricordare il grandissimo Pino Daniele. Tra gli artisti che hanno riproposto suoi brani in inedite versioni anche Bobby Solo con tutta la sua band, proprio lui che agli albori della carriera del cantante napoletano lo aveva aiutato ad emergere.
Non solo i grandi amici di Pino gli hanno dedicato un pensiero, ma anche la giovane band Metrò, aggiuntasi al cast all’ultimo minuto; così come il loro ultimo singolo “130 volti” è stato suonato come augurio di pronta guarigione per Jenni Cerea operata nei giorni scorsi in Texas.
Gran finale in chiusura di una puntata emozionante, Bobby Solo con tanto Rock ’n Roll e “Malafemmina” accompagnata da Fausto Mesolella con sorpresa. Infatti tra il pubblico era presente Roberta Giallo, artista ormai conosciuta dal pubblico del Roxy Bar, che si è ritrovata on stage ad improvvisare il classico del grande Antonio De Curtis, Totò.

BACKSTAGE

%d bloggers like this: